torna ad ambiente

SALVIAMO IL PELMO

Il comune di San Vito di Cadore ha presentato un progetto di collegamento sciistico fra le aree del Monte Civetta e la valle del Boite attraverso la zona del Pelmo, le Rocchette, in area 1 delle Dolomiti Patrimonio Naturale dell'Umanitą.
E' un progetto che prevede sette nuovi impianti ed un totale di 16 piste di discesa; qualora realizzato il fascino ed i segreti di Mondeval, dei Fiorentini e della montagna di San Vito sarebbero definitivamente violati. L'insieme delle strutture passerebbe nelle pertinenze dell'area archeologica di Mondeval e nel cuore dei pascoli che reggono le vette affascinanti delle Rocchette e del Monte Pelmo. Mountain Wilderness invita tutte le persone dotate di sensibilitą e attenzione verso i tesori raccolti in queste montagne ad una grande azione di opposizione. E' importante che gli alpinisti, gli escursionisti, i naturalisti, abitanti delle montagne e delle cittą si ritrovino in questo primo appuntamento pubblico di opposizione.
Occorre ricordare che alcune aree delle Dolomiti Unesco (tra cui anche il Pelmo, i Piani Eterni, Fanes/Fosses ) sono state dichiarate d'eccellenza anche per la presenza dei fenomeni carsici di prim'ordine
Se il progetto va in porto, la nomina delle Dolomiti (tutte) come patrimonio Unesco puo' essere seriamente a rischio di essere revocata.
Uno dei criteri che sono stati utilizzati quando sono state definite le aree dolomitiche Unesco e' stata proprio l'assenza di impianti sciistici (il Sella, ad esempio non fa parte dell'Unesco in quanto ha numerosi impianti di risalita).
Per maggiori informazioni leggere:
http://www.pelmo-mondeval.it/2011/02/osservazioni-progetto-cadore-civetta/


torna ad ambiente