torna all'indice

Chernobyl: l'ereditÓ nascosta

NO AL NUCLEARE


La superbia di una "razza di deficienti" che pretende di gestire bene per i prossimi 100000 anni,( ma fossero anche solo 1000), una tecnologia talmente pericolosa, che potrebbe potenzialmente sterilizzare il pianeta, e' l'apoteosi dell'imbecillita'.
Il problema NON E'ECONOMICO.
Anche il nucleare oltre che estremamente pericoloso e' una fonte di energia non rinnovabile; per cui destinato a finire in tempi piu' o meno paragonabili alle altre fonti.
Il problema E' DI SICUREZZA!
Chi ci garantisce che per i prossimi 1000 o 10000 o 100000 anni non arrivi un terremoto ancora piu' forte , o uno Tsunami ancora piu' devastante di quello Giapponese, e nonostante cio' le nostre belle scorie se ne rimangono tranquille al sicuro?
Senza contare guerre ed attentati.
Se qualcuno afferma questo, dimenticando che 10000 anni fa vagavamo nelle savane o nei ghiacci, e che l'inquinamento attuale lo abbiamo prodotto solo negli ultimi 100 anni, che abbiamo fatto una guerra ogni 50 anni, o mente in malafede, o Ŕ un ignorante incompetente.
Dato che i nostri governanti non brillano certo in lungimiranza ( per non parlare del resto), vi consiglio di meditare e di informarvi, ma soprattutto di far si' che queste decisioni non le prendano loro, ma almeno fino a che si puo', esprimere la nostra volonta' con il referendum. e speriamo bene (Nozzolone)
firma la petizione

torna all'indice